I grandi numeri della Notte Sacra a Torre del Greco

A poche ore dall’inizio della Notte Sacra a Torre del Greco, II edizione, gli organizzatori guidati da Vincenzo Nocerino e noi del Progetto Wesuvio, che abbiamo toccato tutti i giorni con mano questa prima e stupenda esperienza di comunicazione nell’ambito vesuviano, raccogliamo i numeri, i grandi numeri, che abbiamo guardato, seguito e studiato giorno dopo giorno.
E quindi cogliamo questo momento per condividere con voi tutti questi numeri…sì, come si suol dire, “diamo i numeri”!

La Notte Sacra a Torre del Greco ha coinvolto una miriade di persone: guide, gruppi archeologici, studenti, docenti, enti, associazioni, cori, musicisti, attori, artisti, volontari, movimenti, sacerdoti, ministranti, gruppi parrocchiali, comunità ecclesiali, imprese artigianali del territorio.

Parliamo di 50 gruppi che rappresentano i 53 eventi racchiusi nel cuore dell’unico evento “Notte Sacra”. Ben 21 i luoghi d’interesse o Points of Interest (POI), come ha voluto denominarli l’organizzazione. Punti d’interesse sparsi in tutto il centro storico, dalla parte alta con la chiesa della SS Annunziata a quella bassa, col molo di levante e la chiesa di S. Maria di Portosalvo, ma anche alle estremità delle antiche porte della città, ovvero quella nord di Capo Torre a ridosso della chiesa della Madonna delle Grazie e verso sud con la chiesa di S. Maria del Pianto.

E’ stata la prima edizione tecnologica e social e anche questo ha contribuito ai “grandi numeri” della Notte Sacra.
L’utilizzo dell’APP Eventbrite che a poche ore dall’inizio conta circa 3000 ticket acquistati gratuitamente online. Non ci aspettavamo un impatto così forte da parte degli internauti.
Lo stesso vale per quanto riguarda i social, centinaia di follower sul canale instagram @nottesacratdg sul quale ci aspettiamo un forte aumento durante l’evento, oltre i 1000 invece i followers raggiunti in circa dieci giorni sulla pagina facebook “Notte Sacra Torre del Greco”, anche questo un numero destinato ad aumentare esponenzialmente anche nei prossimi giorni a valle di foto e video della manifestazione.

grandi numeri notte sacra

Diversi siti hanno registrato il sold out o in ogni caso tantissimi prenotati…alle ore 11 di stamattina spiccano su tutti il Museo del Corallo in pole position con 319 ticket venduti, segue il sold out della Madonna del Principio con 300, quello dell’Ipogeo delle Anime con 200 e casa San Vincenzo Romano con 269. Anche il Palazzo Baronale registra l’interessante numero di 233 ticket e a sorpresa la nuova entrata Museo della Marineria che con grande soddisfazione raggiunge il numero di 154 ticket.
Quota 100 per il sold out di Percorsi di Lava e oltre i 100 S. Maria di Costantinopoli e le diverse mostre presepiali.

A quanto pare quindi si prospetta una Notte Sacra all’insegna delle presenze, i 3000 ticket venduti sono di per se più della metà delle visite totali registrate nella prima edizione, quando il numero di visitatori registrò circa 5000 presenze.
Quest’anno grazie all’APP sarà possibile registrare i presenti anche live o meglio “at-door”, grazie a decine di volontari che vi accoglieranno in ogni sito e saranno responsabili del conteggio.

Ma i “grandi numeri” della Notte Sacra non finiscono qui. Wesuvio ha fatto un’analisi anche delle visualizzazioni relative agli articoli postati quotidianamente sul sito, grazie ai quali è stato possibile leggere ogni giorno la storia dei singoli punti di interesse.
Google analystics mostra migliaia di visualizzazioni, non solo di utenti torresi ma di tante zone di Italia e perfino all’estero, dove tanti torresi ci seguono a distanza. Lo stesso riscontro sulla pagina facebook, dove le visualizzazioni per i post hanno raggiunto in pochi giorni ottimi numeri, soprattutto a valle della pubblicazione dei video di sacerdoti e responsabili di associazioni, gruppi musicali e compagnie teatrali.

Un grandioso responso quindi, che sarà bello seguire anche nei prossimi giorni, per capire dinamiche, punti di forza e punti deboli da migliorare nella prossima edizione.
Da parte del Progetto Wesuvio un immenso grazie a tutti quelli chiamati in-causa-per-la-causa San Vincenzo Romano. Un’organizzazione impeccabile grazie alla professionalità e il carisma di Vincenzo Nocerino, che ci ha messo cuore e anima in questa seconda edizione e non vede l’ora, come del resto anche noi, di iniziare ad organizzare la terza per l’anno che verrà, affinché la Notte Sacra possa diventare l’Evento annuale della cittadinanza torrese, nel nome del Parroco Santo e nel proseguo del suo obiettivo di aggregazione cittadina e di “ricostruzione”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *