Bammenella: il capolavoro di Viviani

Vi abbiamo già raccontato del genio artistico di Raffaele Viviani (Viviano all’anagrafe) nel nostro articolo “Raffaele Viviani il bambino prodigio che incantò Napoli”.
La sua eccellenza nata tra il Vesuvio e l’inizio della costiera sorrentina ha deliziato il mondo intero, con la musicalità dei suoi scritti, la teatralità della sua poesia, con la sua genuinità ed innata genialità . Uno degli esempi più alti della sua maestria è la straordinaria composizione “Bammenella“, un concentrato di emozioni e di compassione, una canzone scritta per la  sua commedia “Toledo di Notte”, messa in scena per la prima volta nel 1918.

Questa commedia capolavoro di Raffaele Viviani ha come ambientazione i famosi e popolari quartieri Spagnoli, dove prendono vita buona parte delle sue storie che diventano il palcoscenico di personaggi veri e dalla personalità unica, condizionati dal loro microcosmo di gente di strada.

Ma chi e’ Bammenella?

Bammenella è una prostituta.
Una figura a prima impressione controversa, ma che Viviani riesce a rivalutare mettendone in evidenza la forza che solo certe donne hanno, il suo esser popolana, la sua umiltà, il suo modo di imporsi sul quel mondo e quel difficile contesto che l’ha obbligata a quella condizione.

Bammenella viene posta in scena con tutta la sua freschezza giovanile, con la passione per il suo amato verso il quale nutre un amore puro, che rappresenta per lei quanto di più caro ha in quel mondo spietato.
Viene offerta allo spettatore in tutta la sua genuinità, con i suoi errori di vita, di una vita sempre pero’ vissuta con passione, sincerità ed astuzia.

Dai versi traspare tutto l’amore che il poeta Viviani nutre per lei perché ne comprende le cause della sua condizione, un amore ed un rispetto che rappresentano i sentimenti piu’ diffusi nell’ animo di coloro che ascoltano o semplicemente leggono i versi di questo meraviglioso e toccante brano.

Sono tanti gli artisti che nel corso del tempo hanno interpretato “Bammenella”: Angela Luce, Marina Pagano, Lina Sastri, Ornella Vanoni, Peppe Barra, Massimo Ranieri e tanti altri. Ma noi di Wesuvio, visceralmente legati al territorio vesuviano, siamo stati particolarmente colpiti dall’intensità dell’interpretazione di Fabio Fiorillo, poliedrico artista figlio del Vesuvio e figlio adottivo del Borgo di Casamale di Somma Vesuviana.

Di seguito il testo di Bammenella…buona lettura!
(di: Raffaele Viviani)
Interpretata da:
Angela Luce – Gianni Lamagna – Maria Pia De Vito – Mirna Doris – Ornella Vanoni – Peppe Barra

Só’ “Bammenella” ‘e coppe Quartiere:
pe’ tutta Napule faccio parlá,
quanno, annascuso, pe vicule, ‘a sera,
‘ncoppo pianino mme metto a ballá…

Vene ‘ambulanza?…’Int’a niente mma squaglio!
E, si mm’afferra, mme torna a lassá!
‘Ncoppa quistura, si ê vvote ce saglio,
è pe’ furmalitá…

Cu ‘a bona maniera,
faccio cadé ‘o brigatiere…
piglio e lle véngo ‘o mestiere:
dico ca ‘o tengo ccá…

‘O zallo so ‘mmocca,
ll’avota ‘a capa e s’abbocca…
ma, nun appena mme tocca,
mme n’ha da manná!

Mme fanno ridere cierti pperzone
quanno mme diceno: “Penza pe’ te…”
Io faccio ‘ammore cu ‘o capo guaglione
e spènno ‘e llire po fá cumparé…

Stó’ sotto ‘o dèbbeto, chisto è ‘o destino…
ma c’è chi pava pirciò lassa fá…
Tengo nu bellu guaglione vicino
ca mme fa rispettá!

Chi sta ‘into peccato,
ha da tené’ ‘o ‘nnammurato.
ch’appena doppo assucciato,
s’ha da sapé appiccecá…

E tutte sserate,
chillo mm’accide ‘e mazzate!
Mme vò’ nu bene sfrenato,
ma nun ‘o ddá a paré’!…

Mo só’ tre mise ca ‘o tengo malato;
sacc’io che spènno pe’ farlo saná!
Però, ‘o duttore, cu me s’è allummato:
pe’ senza niente mmo faccio curá…

E tene pure ‘o mandato ‘e cattura:
priesto, ‘ambulanza so vène a pigliá…
Io ll’aggio ditto: “Sta’ senza paura,
pe’ te, ce stóngo io ccá!…”

Cu ‘a bona maniera,
faccio cadé ‘o brigatiere,
Mentre io lle vengo ‘o mestiere…
isso, have ‘o canzo ‘e scappá…

Pe’ me, ‘o ‘ssenziale,
è quanno mme vasa carnale:
Mme fa scurdá tutto mmale
ca mme facette fá!…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *