ATTIVITA'NEWSTORRE DEL GRECOVESUVIANO

Alla scoperta di Santa Maria del Principio con la scuola

Prosegue il lavoro di Wesuvio per la valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale, storico, ambientale dell’area vesuviana in collaborazione con la scuola. Lunedi 17 febbraio è stata la volta degli alunni della scuola ICS “De Nicola-Sasso” di Torre del Greco che, nell’ambito del PON “Italiano e…oltre 2”, accompagnati dallo staff di Wesuvio, hanno potuto conoscere la storia, unica e sorprendente, della chiesa di Santa Maria del Principio a Torre del Greco.

Un pomeriggio davvero intenso, dove la curiosità dei giovanissimi allievi ha reso la visita guidata viva e ricca di spunti. Il percorso guidato è partito dall’esterno della chiesa attuale, ricostruita all’indomani dell’eruzione del Vesuvio del giugno 1794, dove ai giovani partecipanti si è mostrata la struttura del Monastero degli Zoccolanti che ha una ruolo importante nella storia di questo sito. Proseguendo all’interno della chiesa, accolti con la consueta disponibilità del Parroco Luigi Magliulo, i giovani hanno potuto scoprirne la bellezza e conoscerne la secolare storia scendendo poi a ben 15 metri al di sotto del livello attuale del suolo, per ritrovarsi dinanzi agli straordinari resti della Chiesa antica distrutta dall’eruzione.

E qui la meraviglia degli studenti ha raggiunto l’apice e l’emozione di potersi addentrare nel percorso tracciato dagli scavi avvenuti dopo l’eruzione. Lo stupore nel vedere l’antico affresco della Vergine del Principio ha destato l’interesse dal quale sono scaturite tante domande, che hanno gratificato il team Wesuvio e gli stessi insegnanti, che hanno visto premiata la scelta di avviare i ragazzi alla conoscenza del proprio territorio. Una scelta importante che rafforza il percorso formativo arricchendolo di un’esperienza unica, che offre l’opportunità di scoprire uno degli scrigni vesuviani per eccellenza.

Un patrimonio della città di Torre del Greco e di tutta l’area alle falde del Vesuvio che, grazie a questo lungimirante e sinergico lavoro di formazione dei giovanissimi potrà, nel futuro prossimo, arricchirsi di nuove, giovani voci pronte a raccontare con orgoglio le straordinarie meraviglie del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *